Archivio fotografico Cipriani - Kigelia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio fotografico Cipriani

Progetti e Attività > Archivio fotografico > L'opera scientifica

Sei in Attività e progetti / Archivio fotografico Lidio Cipriani / L'opera scientifica

 

La figura e l'opera di Lidio Cipriani sono state spesso oggetto di controverse valutazioni e di giudizi fortemente negativi. La carriera accademica di Cipriani prese avvio nei primi anni del regime fascista e la sua attività si svolse parallelamente alle vicende dell'epoca, in molti casi intrecciandosi strettamente con esse. Il periodo storico nel quale Cipriani visse e le idee dichiaratamente razziste da lui sostenute hanno contribuito a mettere in cattiva luce anche il valore scientifico delle molteplici ricerche antropologiche da lui svolte.
Oggi, a distanza di quasi 50 anni dalla morte è importante iniziare a ricostruire in maniera oggettiva e senza pregiudizi le varie fasi della sua vita e in modo particolare della sua attività scientifica, che col passare degli anni sta iniziando a suscitare interessi in ambito antropologico internazionale per le ricerche da lui condotte sul campo in vari continenti descrivendo e documentando la
vita di popolazioni alcune delle quali sono oggi a rischio di estinzione come i Boscimani dell’Africa meridionale, i Pigmei Mbuti del Congo, i Vedda dello Sri Lanka, i Toda dell’India meridionale. Nelle decine e decine di spedizioni scientifiche ed esplorazioni alle quali Cipriani partecipò raccolse una quantità impressionante di dati, scattò decine di migliaia di fotografie e descrisse minuziosamente usi e costumi delle popolazioni che visitò. In alcuni casi come per gli Onge dell’isola Piccola Andaman, nell’Oceano Indiano, la documentazione raccolta da Cipriani rappresenta una delle pochissime fonti di informazioni sulle caratteristiche antropologiche ed etnologiche di gruppi umani  ormai sulla soglia dell’estinzione.

Soltanto inquadrando nel contesto storico la vita di Cipriani, e in particolare separando i risultati della sua attività scientifica dalle sue convinzioni  politiche, si  può riuscire a valutare correttamente l'importanza dei suoi studi, alcuni dei quali servono tuttora come riferimento per ricerche di antropologia, di biologia e di etnologia.

 
 

Tutti i testi riguardanti la vita e le opere di Cipriani sono stati elaborati dall'articolo pubblicato sulla rivista Archivio Fotografico Toscano, 1990, n.11, dal titolo "La vita e l'opera di Lidio Cipriani" e scritto da Jacopo Moggi-Cecchi.

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu