Ass. Kigelia: lo statuto - Kigelia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ass. Kigelia: lo statuto

Conosci Kigelia > Lo statuto

Sei in Conosci Kigelia / Lo statuto

 

Lo statuto di Kigelia (art. 6 - 9)                       scarica lo statuto in pdf


ART.6 (Ammissione, categorie, diritti e obblighi) – Possono far parte dell’associazione, in numero illimitato, tutti coloro che  si riconoscono nello Statuto e intendono collaborare per il raggiungimento dei fini ivi indicati. La richiesta di adesione va presentata al Presidente dell’associazione. Il Consiglio direttivo si riserva di accettare o meno  tale richiesta motivando  la sua decisione. Nessun motivo legato a distinzioni di razza, sesso, religione, possesso di cittadinanza italiana o straniera può essere posto a base del rifiuto di richiesta di adesione all’associazione. Lo status di socio, una volta acquisito, ha carattere permanente e può venir meno solo nei casi previsti dal successivo art. 7. Non sono pertanto ammesse iscrizioni  che violino tale principio, introducendo criteri di ammissione strumentalmente limitativi di diritti o a termine. I soci si  distinguono in soci fondatori, ordinari, attivisti e onorari. I soci fondatori sono i soci presenti all’atto costitutivo  dell’associazione. I soci attivisti sono i soci che provvedono attivamente all’attuazione dei progetti dell’associazione. I soci ordinari sono i soci che hanno versato la quota sociale ma non partecipano, per loro scelta, direttamente  all’esecuzione dei progetti/attività dell’associazione. I soci onorari sono soci che per le loro competenze  e professionalità svolgono un ruolo importante per la gestione e programmazione delle attività dell’associazione.  Tutti i soci, ad eccezione dei soci onorari, sono tenuti a pagare la quota sociale annuale. Un potenziale socio onorario può  essere presentato solo dal consiglio direttivo. I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’associazione e a partecipare  a tutte le iniziative e manifestazioni promosse dalla stessa, a riunirsi in assemblea per discutere e votare sulle questioni  riguardanti l’associazione, eleggere ed essere eletti membri degli organi dirigenti. Tutti i soci hanno diritto di voto  in assemblea. I soci hanno diritto di ricevere gratuitamente eventuali pubblicazioni periodiche curate dall’associazione.  I soci hanno l’obbligo di rispettare le norme del presente statuto e del regolamento interno, di pagare le quote associative  nell’ammontare fissato e a prestare il lavoro preventivamente concordato.

ART.7 (Perdita della qualifica di socio) - La qualifica di socio si perde per: decesso, mancato pagamento della quota sociale, dimissioni volontarie,  espulsione per i seguenti motivi: inosservanza delle disposizioni dello statuto, di eventuali regolamenti o delle deliberazioni degli organi sociali;  per danni morali e materiali  arrecati all’associazione e comunque in ogni altro caso in cui   il socio svolga attività in dimostrato contrasto con gli interessi e gli obiettivi dell’associazione. Contro ogni provvedimento di espulsione è ammesso ricorso al Presidente entro trenta giorni, sul quale decide in via definitiva la prima  Assemblea dei soci.

ART.8 (Quota associativa)- La quota associativa non è rimborsabile, è intrasmissibile e non è rivalutabile. Il suo ammontare è decisa annualmente dal consiglio direttivo.

ART.9 (Prestazioni degli aderenti e non) – Gli aderenti dell’associazione prestano la loro opera gratuitamente in favore dell’organizzazione e non possono stipulare con essa alcun tipo di lavoro, dipendente o autonomo. I soci che  svolgono attività per conto dell’associazione hanno diritto al rimborso delle spese anticipate. L’Associazione può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo esclusivamente nei limiti necessari al  suo regolare funzionamento oppure se sia necessario per qualificare o specializzare l’attività da essa svolta. L’associazione assicura i soci che prestano attività di volontariato (soci attivisti) contro gli infortuni e malattie connesse  allo svolgimento dell’attività della stessa, nonché per la responsabilità civile verso terzi.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu